giovedì 25 agosto 2016

Esami 7/9/2016

La sessione di esami di settembre (7/9/2016) avrà inizio alle ore 10.00.
Dopo gli esami potremo trattenerci fino alle 15.00 per discutere del progetto I-Disclaim.

mercoledì 15 giugno 2016

I-Disclaim. Stolen Moments of Unconscious People

I-Disclaim
A Research Project

Formato definitivo fotografie x mostra:
18x24 cm
Carta fotografica opaca
L'immagine deve essere "al vivo" ossia non ci devono essere bordi o cornici.

Aleandro Sinatra ha proposto il seguente preventivo di stampa:
-18×24 = 1,00 €

Chi è interessato può contattare Aleandro ed organizzarsi con lui per la stampa. 
Rimane fermo che ognuno è libero di stampare dove crede purché rispetti il formato 18x24cm e le indicazioni sopra riportate.
La deadline per la consegna è il 7/9, giorno dell'appello di settembre.
Potete consegnarmi le foto in quell'occasione.
Solo le foto consegnate il 7/9 prenderanno parte alla mostra.


Laura Graziano propone la seguente idea di visual:




Aleandro Sinatra propone il seguente modello espositivo:



Francesco Marino propone di adottare lo stile espositivo di Wolfgang Tillmans che "ricorda le camere dei teenager".



Pubblico qui di seguito alcune idee di Guendalina Fazioli in merito alla possibilità di realizzare una mostra del progetto I-Disclaim, al quale stiamo lavorando insieme dall'inizio del corso.

- stampare le foto su un supporto non pregiato
- possibilità di stampare con le macchine dell'Accademia 
- modalità di esposizione che richiama quella di Franco Vaccari a Venezia nel 1972 (Esposizione in tempo reale numero 4. Lascia una traccia fotografica del tuo passaggio)
- riempire la galleria delle fotografie, sia sulle pareti sia sul pavimento - key concept: "entrare fisicamente nei momenti rubati e allo stesso tempo esserne parte"
- foto attaccate al soffitto a diverse altezze - key concept: "essere aggrediti dalle fotografie, camminarci in mezzo perdendo l'orientamento" 

Guendalina ha proposto anche alcune elaborazioni che ci permettono di entrare nel vivo degli aspetti inerenti il piano comunicativo e il visual dell'iniziativa.






Si tratta di spunti iniziali, altri ne verranno. Vi invito a pubblicare come commento a questo post le vostre idee, proposte e controproposte.

mercoledì 8 giugno 2016

Stop inserimento contenuti su I-Disclaim e Beautifully Imperfects

Oggi è l'ultimo giorno utile per inserire contenuti all'interno dei siti web dei progetti "I-Disclaim" e "Beautifully Imperfects".

martedì 7 giugno 2016

Liberatoria progetto I-Disclaim

Tutti gi studenti interessati a partecipare al progetto I-Disclaim, in particolare ad eventuali mostre/pubblicazioni, possono consegnare in aula la seguente liberatoria (con firma in originale). Alla liberatoria andrà allegata la fotocopia di un documento d'identità in corso di validità.




OGGETTO: LIBERATORIA PER LA PUBBLICAZIONE ED ESPOSIZIONE DI FOTOGRAFIE SENZA SCOPO DI LUCRO
la sottoscritta / il sottoscritto (nome e cognome)………………………………………………………………  nata/nato a ……………………………………………………………………… il ………………… residente in via …………………………………………………………………… città ………………………………………………………… Prov. ………………
Codice Fiscale …………………………………………………………
numero di telefono …………………………………………………………
indirizzo di posta elettronica …………………………………………………………
con la presente
AUTORIZZA
il prof. Vito Campanelli, ideatore e responsabile scientifico del progetto di ricerca “I-Disclaim”, all’utilizzo a titolo gratuito delle proprie fotografie già pubblicate sul sito i-disclaim.tumblr.com per la realizzazione di attività didattiche e di divulgazione scientifica quali pubblicazioni cartacee e siti Internet, mostre ecc. vietandone l’uso in contesti che ne pregiudichino la dignità personale ed il decoro.
AUTORIZZA

l’uso dei dati raccolti con la presente liberatoria (da parte degli organizzatori di eventuali mostre e/o pubblicazioni), per comunicazioni inerenti ogni eventuale utilizzo delle fotografie, anche futuri. Autorizza inoltre l’eventuale pubblicazione delle immagini delle opere messe in mostra, qualora si volesse realizzare il catalogo della mostra stessa.



Luogo e data, _________ _________ Firma ________________________________

domenica 15 maggio 2016

Calendario esami

SESSIONE ESTIVA-AUTUNNALE
ANNO ACCADEMICO 2015/2016

22/06/2016 - h 8.30 - Sede di via Ripetta - Aula 205
07/09/2016 - h 8.30 - Sede di via Ripetta - Aula 205

giovedì 12 maggio 2016

Videointervista con Alberto Abruzzese - 19/05/2016

Da oggi e fino alla sera di martedì 17/5 potete pubblicare, come reply a questo post, le domande che vorreste porre ad Alberto Abruzzese in occasione della videointervista che realizzeremo in aula giovedì 19/5/2016.

Si seguito una bozza di selezione e una possibile successione delle domande da voi proposte:

X Alberto Abruzzese
Eleonora Formiconi - Quale è il suo rapporto col cinema contemporaneo? In particolare, questa continua evoluzione tecnologica e forme di rappresentazione come il 3D hanno senso oppure costituiscono solo una spettacolarizzazione utile a nascondere trame ormai prive di vera narrazione cinematografica?

Sabina Kerimova - Cosa ne pensa dell'evoluzione dell'arte tramite i nuovi media e i social network? Pensa che questa evoluzione sia un fattore positivo?

Angelo di Bello - Quale può essere il punto di vista critico di un artista nei confronti dell'osservazione dei media di nuova generazione? Ci si deve ancora porre criticamente di fronte ad essi o solo indagarli per saggiarne le potenzialità come strumento di diffusione?

Simone Cera - Lo schermo ci consente di intraprendere viaggi attraverso spazi ottenuti da algoritmi. In particolare con la realtà virtuale, che da un lato impone all'utente di muoversi per vedere, ma dall'altro lo lega fisicamente a una macchina. Cosa ne pensa di questo paradosso? Crede che questo aspetto resterà immutabile?

Giovanni Di Pede - Secondo lei perché le persone non riescono più a godersi i bei momenti? Mi riferisco per esempio a tutti quelli che durante un concerto non riescono a tenere il cellulare in tasca, o a quelli che davanti un bel panorama pensano solo a fotografarlo per metterlo su instagram e ottenere likes.

Alessio Caratelli - Con l'affermazione del linguaggio digitale si è creata una forbice di pensiero tra generazioni, lei come si spiega questo conflitto di visioni relativamente al ruolo cultura della rete e come potrebbe risolversi? Potrebbe essere una soluzione la creazione di istituzioni formative del linguaggio digitale all'interno delle scuole?

Matteo Cataldo - Sono decenni che si parla di rivoluzione informatica, per quanto essa sia andata
realizzandosi a grande velocità, ancora oggi gran parte dei media tradizionali continuano a parlarne come fosse accaduta appena ieri. Secondo lei internet, i social, la vita virtuale sono ancora da celebrare?

Michele Maruca - Cosa ne pensa delle nuove piattaforme social e della possibilità data a chiunque di condividere la propria vita? Che opinione ha delle web star?

X Andrea Miconi
Giada Semeraro - Quali sono secondo lei le implicazioni per la privacy del progressivo spostamento delle vite di tutti noi nel mondo immateriale della rete, sia per quanto riguarda l'accesso ai contenuti sia per la costruzione di un' identità digitale.

X Alberto Abruzzese
Mariateresa Gilbo - Da recenti indagini è merso che in Francia i siti di incontro tra persone hanno avuto una vastissima diffusione, forse a causa della chiusura e generale introversione dei francesi. Le persone si incontrano più facilmente tramite il network che per strada. Ritiene che anche in Italia sarà considerato "normale" o il nostro carattere estroverso di base rimarrà forte? In definitiva, avrà ancora senso il concetto di identità di un popolo in un mondo in cui viviamo ognuno immerso nel proprio microcosmo individuale? Il futuro ci riserva una globalizzazione identitaria?

Angelo Di Bello - L'osservazione dei media in una nazione può risultare una cartina tornasole affidabile per uno studio di quella società? Cosa ci può dire "sociologicamente e antropologicamente" di quella società? Cosa invece non riesce ancora a dirci?

X Mario Pireddu
Alessio Caratelli - L’Italia e uno dei paesi europei con la più bassa diffusione di internet, ma gli italiani sono tra i primi per tempo passato online, soprattutto sui social network, come lo spiega?

X Alberto Abruzzese
Anna Maria Orsini - Alla luce di tutto ciò che sappiamo in merito agli effetti di internet e dei social network sui giovani lei da ipotetico genitore ma sopratutto da mediologo in che modo e in che misura tutelerebbe suo figlio nell'uso della rete?

X Andrea Miconi
Luca Malafarina - Secondo molti osservatori internet è il nuovo spazio pubblico. L'Unesco riconosce che la Rete ha tantissime risorse per la conoscenza e l'accesso all'informazione. Però la maggior parte dei contenuti a cui accediamo provengono da un gruppo ogni volta più ristretto di operatori. E allo stesso tempo, i grandi gruppi su internet come Google e Facebook, controllano il flusso di informazione. Possiamo ancora oggi considerare intenet come un reale spazio pubblico, una sfera capace di promuovere l'evoluzione della nostra società?

X Mario Pireddu
Alessandro Buzzi - Pensa che la nostra società sia cambiata in meglio o in peggio con l'avvento di internet, ma soprattutto, nell'ultimo decennio, con la diffusione dei social network?

X Alberto Abruzzese
Mariateresa Gilbo - Come si colloca lei in questi processi storici, in che modo crede che i suoi discorsi, i suoi scritti ecc. possano modificare l'opinione comune?

Simone Cera - Lei condivide il pensiero di Jaron Lanier circa la possibilità, della realtà virtuale, di riportarci allo stato del pre-linguaggio, della pre-conoscenza, attraverso cui si possa tornare a comunicare con l'espressione del corpo, verso una società post-simbolica?

Alessio Caratelli - La diffusione della pornografia sta aumentando sopratutto tra i nativi digitali, secondo lei è solo per la facilità di accesso dato dalla rete o ha radici culturali? 

martedì 10 maggio 2016

Alberto Abruzzese

Gli studenti sono invitati a trovare informazioni (articoli, saggi critici, notizie biografiche, immagini, video ecc.) sul mediologo Alberto Abruzzese e a pubblicarle come reply a questo post.

martedì 3 maggio 2016

Avviso relativo al progetto I Disclaim

A partire da oggi, tutti i contenuti la cui didascalia non risulterà formattata secondo le indicazioni fornite durante il corso saranno eliminati, ciò indipendentemente dall'interesse per la ricerca e dalla qualità estetica delle fotografie.

Riporto qui un esempio di didascalia corretta:
Nokia Lumia 930
© Gianpio Predoti


Alla didascalia va aggiunto un solo tag relativo alla città nella quale la foto è stata scattata, ad esempio:
#roma

domenica 1 maggio 2016

venerdì 29 aprile 2016

Il mondo alla radio

Gli studenti sono invitati a trovare informazioni (articoli, saggi critici, notizie biografiche, immagini, video ecc.) sulla nascita della radio e a pubblicarle come reply a questo post.

mercoledì 20 aprile 2016

L'alba della fotografia


Gli studenti sono invitati a trovare informazioni (articoli, saggi critici, notizie biografiche, immagini, video ecc.) sulla nascita della fotografia e a pubblicarle come reply a questo post.

martedì 12 aprile 2016

BNL Media Art Festival


Segnalo questa interessante manifestazione dedicata alla Media Art.
http://www.bnlmediaartfestival.org/

Miroslav Tichý

Gli studenti sono invitati a trovare informazioni (articoli, saggi critici, notizie biografiche, immagini, video ecc.) sul fotografo Miroslav Tichý (e/o su altri fotografi che utilizzano macchine fotografiche inusuali) e a pubblicarle come reply a questo post.

venerdì 18 marzo 2016

Media timeline


Gli studenti sono invitati a trovare timeline dedicate all'evoluzione dei media o di uno specifico media e a pubblicarle, come link, in reply a questo post.

venerdì 4 marzo 2016

Vilém Flusser

https://2.bp.blogspot.com/-ohC9chTIlYU/Vtlw3ehn80I/AAAAAAAACOg/TVbx-Y0RCWs/s1600/LateVF11.jpg
Gli studenti sono invitati a trovare informazioni (articoli, saggi critici, notizie biografiche, immagini, video ecc.) sul filosofo dei media di origine boema e a pubblicarle come reply a questo post.